Uno degli elementi di spesa e che determina il successo di un e-commerce, è l’hosting. Scegliere il miglior hosting per e-commerce è un elemento importante ai fini di budget ma anche in termini di prestazioni, successi e corretto funzionamento di un e-commerce.

Se hai già fatto qualche ricerca in rete ti sarai accorto che esistono migliaia di provider che offrono servizi di hosting e ognuno si propone come il migliore. Oltre alle aziende erogatrici dei servizi, in rete si trovano articoli, notizie e recensioni dove tutti propongono quello che per loro è “il miglior hosting”.

Miglior hosting per e-commerce? Qual’è davvero il migliore

Per definire quale sia il miglior hosting per e-commerce, in maniera obiettiva e razionale, è importante prendere in considerazione diversi elementi. Cosa che spesso non viene fatta di chi propone e recensisce hosting provider.

Caratteristiche del miglior hosting per e-commerce

Se provi a consultare le pagine di diversi provider puoi vedere come ognuno propone il suo servizio puntando l’accento sullo spazio del disco e non sulle caratteristiche che disco e server hanno. Questo è un errore piuttosto grave in quanto sono le caratteristiche del server a fare la differenza sulle prestazioni del nostro e-commerce.

Tipo di Storage: SSD o HDD?

Spesso, quando ci si trova a dover scegliere il server per il proprio sito web si tende a tener conto di fattori, quali il prezzo, la qualità del servizio, la banda a disposizione, la popolarità e i processori utilizzati. Oltre a tutt questo deve essere considerato anche il tipo di storage, ovvero l’hard disk utilizzato perché questo incide sulle prestazioni del server. Il tempo di accesso al disco è spesso il vero collo di bottiglia sui server con moltissimi accessi contemporanei e la scelta dello storage da usare può fare la differenza.

Senza entrare troppo nel tecnico è bene sapere che nell’SSD il tempo di accesso è praticamente azzerato (quantificabile in 0,1 ms o meno). Negli SSD, infatti non ci sono parti in movimento e la memorizzazione delle informazioni avviene in forma elettronica.


“Se devi farti portare la pizza a casa
scegli la pizzeria che te la consegna in pochi minuti
o quella che te la porta dopo due ore?


E’ facile quindi capire come sia fondamentale scegliere un provider che offra servizi con memorizzazione su storage SSD. Per una migliore prestazione del server un sito e-commerce più veloce.

Quantità di banda: lasci a piedi i tuoi visitatori?

Una delle informazioni tecniche che i provider mettono sempre in evidenza è la larghezza di banda. Ma cos’è questa larghezza di banda? E’ la quantità di dati che il tuo hosting ti consente (a te a ai tuoi visitatori) di caricare e scaricare (cumulativamente) in un dato mese.

Cerco di farti un esempio:

Ipotizziamo che il tuo sito web abbia un peso di 1 MB e la larghezza di banda mensile che il provider ti fornisce è di 10 MB. Il primo giorno del mese carichi il tuo sito web online e consumi 1 MB di banda. Avrai quindi la possibilità di ricevere solo 9 visitatori nei giorni residui del mese (ipotizzando che questi vedano tutto il sito). Tutti gli altri non potranno più vedere il tuo sito web, fino allo scattare del nuovo mese (o fino all’upgrade del piano hosting).

Capisci quindi che è importante, oltre che ottimizzare il sito web, avere una buona larghezza di banda. Come per lo spazio di archiviazione, alcuni host dichiarano di offrire larghezza di banda “illimitata”. Fai attenzione perchè nulla è infinito ed è importante leggere le clausole contrattuali. Il termine infinito potrebbe stare ad indicare che, ad esempio, fino a 10 MB il tuo sito web viene gestito con determinate prestazioni, oltre i 10MB di banda, il sito sarà ancora visibile ma su un server con carichi di prestazioni nettamente inferiori. (Un pò come quando un operatore di telefonia mobile ti propone internet illimitato). C’è sempre il trucco.

Cron Jobs, .htaccess, e SSH: vuoi fare business sul serio?

E’ una domanda scontata la cui risposta non è sempre ovvia. Hai mai sentito questi termini? Sono elementi molto preziosi per un e-commerce.

Il primo, Cron Jobs, ti permette di decidere quando una determinata operazione deve essere compiuta (ad esempio l’avviare un backup automatico attraverso un plugin, lo scarico dei dati tra gestionale di magazzino ed e-commerce, l’invio di SMS con i codici di tracking ai tuoi clienti). Avere questa funzione è fondamentale non solo per poter utilizzare questi strumenti ma anche per pianificare al meglio l’uso delle singole risorse.

Avere poi la possibilità di modificare file come .htaccess e php.ini (di default negli hosting dedicati e non sempre in quelli shared) è di fondamentale utilità, per poter definire le risorse da usare e aggiungere, ad esempio, script di protezione.

In ultimo l’accesso SSH ti consente di accedere al suo sito web tramite shell o connessione SSH, attraverso l’uso di una chiave privata. Questo metodo è di gran lunga più sicuro rispetto al tradizionale e comune FTP e rappresenta una sicurezza in più per il tuo e-commerce.

Localizzazione del Server: è veramente importante?

FTP-hostSe ti dicessi di si, ti stupiresti? Probabilmente si. In rete infatti nessuno fa mai menzione di questo aspetto, molto importante sotto diversi punti di vista.

I fattori che determinano il ranking di un sito web per Google sono diversi e uno di questi, come dichiarato anche da Google in questo video, è anche la localizzazione del server. Se il tuo sito web è destinato al mercato Italiano si presuppone che abbia un hosting in Italia e non un hosting con IP americano o australiano, cosa che aumenta i tempi di latenza oltre che la localizzazione.

Il fattore di localizzazione del server è molto importante anche in termini legali. Ogni paese ha leggi in materia di sicurezza dei dati e di trattamento della privacy. Anche se ci sono pochi casi di iti web messi offline da parte delle autorità, dovresti essere consapevole dei rischi, soprattutto dopo l’emanazione della Patriot Act negli USA.


Il concetto chiave non è più la ‘presenza’ in rete,
ma la ‘connessione’:
se si è presenti ma non connessi, si è soli.


Terremoti, tsunami, uragani e inondazioni si verificano in tutto il mondo ogni anno. I server vengono posizionati in zone a basso rischio ma è importante verificare anche questo perchè avere un e-commerce hostato in una zona ad alto rischio può costare davvero caro al tuo business online. Pensa che l’uragano Sandy a New York ha causato la messa offline di diversi siti per un paio di giorni.

Qual’è il miglior hosting per e-commerce?

Come vedi gli elementi da considerare quando bisogna scegliere il miglior hosting per e-commerce sono molti, e questi non sono nemmeno tutti!

Avere un e-commerce è un attività di business vera e propria e, come tale, se vuoi avere successo, devi seguire alcune regole e rispettare determinati paletti. Non puoi pensare che un hosting vale l’altro e che semplicemente mettendo il tuo sito online inizierai a vendere e diventare milionario.

Come hai visto ci sono diversi elementi da considerare in fase di scelta dell’hosting e, per fortuna, ci sono alcuni provider che rispettano tutte queste caratteristiche.

Shared o Dedicati? 

La tentazione di acquistare un hosting shared a basso costo è forte, lo so. Devi riuscire a trattenerti per non mandare in fumo la tua attività ancora prima che prenda il decollo!

Avere un sito su un server shared vuol dire condividere risorse, spazio e infrastruttura con altri (millanta) siti. Di qualsiasi natura e tipologia. Questo può voler dire che nello stesso server siano presenti i tuo sito e-commerce, un sito che vende viagra (sono quelli che vanno per la maggiore), un dominio usato per fare spamming e un sito di peer. Non proprio il massimo per la tua reputazione da parte dei motori di ricerca.

Se sei agli inizi e vuoi scegliere un hosting shared, per contenere le spese il consiglio che ti posso dare è non scegliere i piani base, che scelgono tutti e dove vengono ospitati i siti peggiori del web. Il miglior hosting shared per e-commerce che posso consigliarti è l’Enterprise Plus di Server Plan. Hosting veloce, server in italia, dischi per file e database SSD e larghezza di banda ottima e, cosa davvero difficile da trovare in un shared host, è il fatto di non ospitare più di 100 siti sullo stesso server che, a questo punto, diventa un semi-dedicato.

E se tu non volessi avere il tuo sito su datacenter italiani? A questo punto posso consigliarti il miglior provider straniero (con recensioni 98/100 positive) che ti offre, per qualsiasi piano, dischi SSD, rimborso a 90 giorni, spazio e ampiezza di banda degni di un e-commerce professionale. Sto ovviamente parlando di InMotion Hosting.

Vuoi fare business e crescere in grande? Scegli una soluzione VPS per e-commerce per avere ampia e massima libertà!


Tutti mi dicono di scegliere SiteGround
perchè non dovrei ascoltare i “guru” del web?


In effetti è vero. Online si sente parlare e si legge ovunque che SiteGround è il miglior hosting per e-commerce e per i siti web. Perchè mai dovresti ascoltare i miei consigli? Semplice, perchè ti ho spiegato, in maniera razionale e tecnica (da web developer), cosa è veramente importante in fase di scelta di un hosting, perchè ho provato io stessa SiteGround e perchè ti svelo ciò che forse nessun ti dice.

Perchè non ti consiglio SiteGround? La verità

SiteGround è un provider spagnolo con datacenter situati in Spagna e America divenuto famoso, soprattutto in Italia, grazie a blogger e marketer che promuovono il servizio in cambio di una feed sulla vendita, che parte da 40 euro per ogni hosting venduto (mica poco! ecco perché tutti lo promuovono).

Ho avuto modo di provare SiteGround per alcuni dei miei lavori e posso dire di essermi trovata piuttosto male in relazione alle funzionalità vere e proprie dell’hosting. Spesso ho avuto problemi legati alla banda (che loro, in tutti i piani dichiarano essere illimitata), ai permessi dei file alle configurazioni basiche di file come php.ini. Senza considerare che la loro assistenza via ticket e in chat è solo ed esclusivamente in inglese.


Un servizio diventato famoso per le sue feed di affiliazione.
Dettagli tecnici che appaiono discordanti e disorentano.


Faccio sinceramente fatica a capire come si possa preferire un provider come SiteGround rispetto ad altri come Server Plan o InMotion Hosting. Non servono avere grosse nozioni tecniche per capire che Siteground non è proprio la scelta ideale come miglior hosting per e-commerce.

La chiarezza in merito ai piani venduti non è uno dei punti di forza di SiteGround che divide i piani per numero di visitatori mese (cosa che non dovrebbe essere propriamente fatta). La cosa particolare è che in tutti i piani, nonostante questi siano promossi per numero di viste, il traffico è illimitato.

Ora, se hai ben letto l’articolo puoi renderti conto tu stesso di come le due cose promosse da SiteGround siano piuttosto discordanti l’una con l’altra.

Quello che più mi infastidisce in questo provider è il non dare chiarezza in merito ai servizi venduti. Mettono in evidenza dettagli basilari (Site App Builder, Backup, Mail, Traffico Illimitato etc) ma non danno alcun riferimento sui linguaggi supportati, in merito ai file ai quali si ha accesso, se i loro piano supportano, ad esempio i CronJobs e molti altri dettagli importanti, soprattutto per un e-commerce.

Se cerchi il miglior hosting per e-commerce all’interno di SiteGround verrà rimandato agli stessi piani, anche a quello basilare che, a quanto pare, si differenzia solo per i pacchetti di servizi aggiuntivi (onestamente poco utili) e lo spazio web.

Ma c’è l’SSL e il Cloud Flare gratuito! Ah già è vero! Siteground offre ai suoi clienti CloudFlare CDN gratis e l‘SSL Let’s Enrypt (cosa che puoi avere anche tu con qualsiasi provider) che comunque non ha nulla a che vedere con i certificati SSL intesi come criptazione del dato.

 

E tu, che provider utilizzi per il tuo sito web? Hai già scelto il miglior hosting per e-commerce per pubblicare il tuo shop online ed iniziare a vendere? Facci sapere cosa ne pensi 🙂

Recent Posts
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Start typing and press Enter to search